Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

Moderatore: Marcello Croce

Messaggio
Autore
queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#891 Messaggio da queledsasol » venerdì 21 aprile 2017, 22:38

Di niente................anzi sono contento che l'argomento ti sia interessato.

Ciao

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#892 Messaggio da queledsasol » sabato 29 aprile 2017, 0:55

Certo che 110000 visualizzazioni...............non sono poche.
E ci sarebbero ancora tante cose da dire................ ;) .

Ciao

PrandiniFabio
Messaggi: 526
Iscritto il: lunedì 4 luglio 2016, 8:43
Località: Mantova

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#893 Messaggio da PrandiniFabio » sabato 29 aprile 2017, 9:30

Se vuoi e se hai tempo di pure, ti leggo volentieri.
grazie
Fabio

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#894 Messaggio da queledsasol » venerdì 26 maggio 2017, 23:50

O forse l'unica strada è quella dell'eremitaggio totale......dopo essersi fatti l'impianto da se o comunque fuori dal circuito commerciale bisogna iniziare a fare anche le registrazioni da se. Scelta estremistica che ricorda i santi stiliti dell'antichità fatta il mio amico Alfredo (queledsasol), che non a caso ha realizzato la migliore registrazione per pianoforte che io conosca.

Ovviamente non posso che ringraziare e associare nel complimento l'amico Alessandro con cui registro negli ultimi anni.

Ciao

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#895 Messaggio da queledsasol » venerdì 26 maggio 2017, 23:58

A proposito di registrazioni consentimi una piccola ed amichevole provocazione: visto che l'impianto lo costruiamo da soli e le registrazioni dovremmo farle da soli, dobbiamo costruirci anche i microfoni ed il registratore o possiamo comprarli già fatti?

Gia' fatto..........Microfoni.......Pre microfonici (piu' di uno)...........Sezione di Registrazione/riascolto del Registratore Analogico..........Alimentazioni capstan con clock e fasatura....alimentazioni esterne di microfoni/pre microfonici/sezione di registrazione/riascolto.
In pratica............tutto............manca la parte finale ................ la sezione elettronica del Tornio Incisore NEUMANN (preso pure quello).............. :D .

Ciao

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#896 Messaggio da queledsasol » mercoledì 20 giugno 2018, 23:06

123300 visualizzazioni e si sono pure perse le foto.......................... :mrgreen:
Nel frattempo ci siamo pure fatti un sistema per il riascolto dei file digitali..................quello delle Registrazioni Analogiche lo avevamo gia'............. :mrgreen:

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#897 Messaggio da queledsasol » domenica 3 novembre 2019, 22:40

Se non scrivo io ..................in questo spazio non scrive nessuno................. :? .
Sono a rimarcare l'importanza del riascolto con adeguata attrezzatura di quanto è stato registrato.................finalmente le nostre registrazioni trovano un adeguato senso tra la fatica e l'impegno di denaro e tempo nel farle e il risultato ottenuto.
Il tutto con un oggettino autocostruito dal costo umano....................... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

queledsasol
Messaggi: 5651
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 11:27

Re: Registrazioni stereofoniche limiti e problemi.

#898 Messaggio da queledsasol » lunedì 18 novembre 2019, 23:41

Per anni abbiamo svilupparo l'attrezzatura di ripresa audio per ridurre il rumore e migliorare i piu' minuti passaggi dei pianissimi.
In cuffia si percepiva una discreta..buona qualita' complessiva;ma in sede di riascolto con i diffusori, buona parte del risultato andava perso,sia che utilizzassimo per il riascolto il sistema utilizzato a registrare o invece il corrispondente CD o DVD Audio realizzato....anche con ottimi DAC esterni.
Grazie alla attuale disponibilita' sul mercato di Clock ,schede DAC,isolatori,micro PC e' stato possibile realizzare un oggettino molto curato come alimentazione e costruzione che ingloba un mini PC e trasferisce i dati da questi alla scheda Clock e DAC in I2S .
Quindi una via molto breve e logica come connessione digitale dati , come ulteriore semplificazione invece che il classico buffer a op oppure a discreti abbiamo realizzato un particolare trasformatore in uscita che esce a bassa impedenza ed elevatissima banda con una caduta del segnale di 3 db....ovviamente il tutto in bilanciato.
Finalmente il risultato si e' manifestato anche con il sistema dei diffusori e il cerchio si sta chiudendo.

Rispondi