LS System sub 88

La sezione principale

Moderatore: F.Calabrese

Rispondi
Audiomat
Messaggi: 250
Iscritto il: mercoledì 1 maggio 2013, 14:28
Località: Roma

LS System sub 88

Messaggio da Audiomat » mercoledì 6 novembre 2019, 20:29

Ovvero questo: https://www.thomann.de/it/ld_systems_sub_88.htm
Stavo pensando di metterne un paio a supporto di due monitor Behringer B2031A, ma temo che possa scendere in frequenza meno delle casse stesse.
Qualcuno ha poi avuto modo di provarlo e/o misurarlo? Se ne parlò molto qualche tempo fa. In giro non trovo alcuna misurazione. Non chiedo di trovare addirittura una MOL, ma almeno una risposta in frequenza o una risposta elettrica per capire quanto può scendere in frequenza..

A presto!
Mattia

malo
Messaggi: 24
Iscritto il: martedì 16 ottobre 2018, 12:03

Re: LS System sub 88

Messaggio da malo » giovedì 7 novembre 2019, 22:08

.....Il costo troppo basso di sistemi come Clio, rendendola accessibile agli hobbisti, ha fatto danni inenarrabili).....
.....Non chiedo di trovare addirittura una MOL, ma almeno una risposta in frequenza o una risposta elettrica per capire quanto può scendere in frequenza.....
Quindi va bene anche la misura dell'hobbista..... :?

Audiomat
Messaggi: 250
Iscritto il: mercoledì 1 maggio 2013, 14:28
Località: Roma

Re: LS System sub 88

Messaggio da Audiomat » venerdì 8 novembre 2019, 10:36

malo ha scritto:
giovedì 7 novembre 2019, 22:08
.....Il costo troppo basso di sistemi come Clio, rendendola accessibile agli hobbisti, ha fatto danni inenarrabili).....
.....Non chiedo di trovare addirittura una MOL, ma almeno una risposta in frequenza o una risposta elettrica per capire quanto può scendere in frequenza.....
Quindi va bene anche la misura dell'hobbista..... :?
Io non parlato di hobbisti. Ad ogni modo, dipende da cosa cerchiamo e da cosa troviamo. Nel caso in oggetto, conosciamo già il tipo di caricamento utilizzato. Se ci accontentiamo di conoscere l’estensione in frequenza verso il basso, una misura in campo vicino o una misura dell’impedenza fatte da un hobbista, pur con tutte le incertezze del caso, potrebbero essere sufficienti.
Una misura in ambiente non controllato, fatta da un hobbista, sarebbe completamente inutile.
Una misura di distorsione fatta in condizioni non controllate da un hobbista avrebbe un’attendibilità prossima allo zero.

Al di là di ciò, vorrei che fosse chiaro che non è mia intenzione offendere nessuno. Ognuno può avere l’hobby che preferisce.
Ma progettare, così come misurare, sono professioni. E come in tutti i campi è bene non confondere mai un professionista con un hobbista.

A presto!
Mattia

Rispondi