In quel di Boville Ernica (Opera Diva)

La sezione principale

Moderatore: F.Calabrese

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » martedì 7 agosto 2018, 15:07

ciroschi ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 12:53
Salve,
quando ho pensato di aprire questo 3D, non avevo intenzione di giudicare gli acquisti, buoni o sbagliati, di Marcello ma, l'intenzione era quella
di far sapere che con componenti normali ma, adattati bene nell'ambiente, è possibile ascoltare la propria Musica, con piacere e soddisfazione...
E noi così lo abbiamo accolto... ;)

E' stato lui a fare il passo falso, portando ad esempio Mario Bon in uno spazio, come questo, sul quale si ride da mesi delle sue "formulette"...

Mafro avrebbe fatto una bellissima figura se avesse ammesso l'amicizia e la contiguità con quelli di Opera/Unison, grazie alla quale lui avrà avuto un trattamento economico mai visto.

Avrebbe potuto tranquilllamente discutere le sue scelte, mettendo su un piatto della bilancia i loro meriti...

Invece si è sbattuto la porta dietro le spalle non appena ha intravisto un potenziale esito negativo per l'ennesimo "spottone"...

...con ciò bastonandosi da solo sui cabbasisi... alla maniera di Tafazzi !

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » martedì 7 agosto 2018, 16:50

Finalmente Mafro è ricomparso (mediaticamente...). Queste le sue parole:
Mafro ha scritto:Sia Maledetto quel giorno che ho deciso di aprire le porte di casa ( della Torre ) a 2 brave persone. Per il solo fatto di aver esternato parole di Elogio riguardo il mio Impianto, Bracciano, coadiuvato dai suoi Dintorni, sta montando un caso riguardo i Componenti del mio Impianto. Addirittura, stanno inventando Balle di ogni genere riguardo i miei Acquisti che, a loro dire, dovrebbero essere stati di gran favore. A questi autentici Signori, sfugge il fatto che il tutto è stato acquistato in quel di Chieti da HI FI DI PRINZIO, alle stesse condizioni di ogni comune mortale.
Certo che se non ha avuto nemmeno un trattamento di favore... beh... allora tafazziano lo è al quadrato almeno...!!!

Confesso di non aver proprio pensato ad una ipotesi di simile autolesionismo...!

Salutoni
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » martedì 7 agosto 2018, 16:57

E poi, queste sono le parole di Ciroschi:
Ciroschi ha scritto:Concludendo, nel ringraziare ancora Marcello per il cortese invito (compreso l’altrettanto squisito e succulento intermezzo enogastronomico) auspicherei per il futuro al di là dei rancori personali e delle ripicche di bandiera si possa recuperare l’aspetto meramente ludico e ricreativo che l’ascolto della Musica riesce a dare.
E’ giusto che prima o poi qualcuno dotato di maggiore raziocinio e buona volontà sotterri finalmente e DEFINITIVAMENTE l’ascia di guerra...
Alle quali rispondo per una volta ancora che qui nessuno avrebbe postato critiche sanguinarie, se non fosse stato provocato da un commento come questo:
Mafro ha scritto:Scusami Fabrizio, non mi pare che nel MONDO ci siano più Diffusori tuoi, che di Opera Progettati da Mario Bon...sai, non mi pare siano cose di poco conto. Tutti fessi al Mondo e solo tu Capace...? Se così fosse, Misurati come fanno altri, fai Mostre e dimostra al Mondo quanto sei capace...altrimenti restano chiacchiere buttate al vento...Non trovi...?
Ed io -con calma- sto dimostrando... ;) ;) :lol: ;) :lol: ;) :lol: :lol: :lol:

Saluti
F.C.

Alexmaso69
Messaggi: 252
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 18:00

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da Alexmaso69 » martedì 7 agosto 2018, 21:23

F.Calabrese ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 16:57
E poi, queste sono le parole di Ciroschi:
Ciroschi ha scritto:Concludendo, nel ringraziare ancora Marcello per il cortese invito (compreso l’altrettanto squisito e succulento intermezzo enogastronomico) auspicherei per il futuro al di là dei rancori personali e delle ripicche di bandiera si possa recuperare l’aspetto meramente ludico e ricreativo che l’ascolto della Musica riesce a dare.
E’ giusto che prima o poi qualcuno dotato di maggiore raziocinio e buona volontà sotterri finalmente e DEFINITIVAMENTE l’ascia di guerra...
Alle quali rispondo per una volta ancora che qui nessuno avrebbe postato critiche sanguinarie, se non fosse stato provocato da un commento come questo:
Mafro ha scritto:Scusami Fabrizio, non mi pare che nel MONDO ci siano più Diffusori tuoi, che di Opera Progettati da Mario Bon...sai, non mi pare siano cose di poco conto. Tutti fessi al Mondo e solo tu Capace...? Se così fosse, Misurati come fanno altri, fai Mostre e dimostra al Mondo quanto sei capace...altrimenti restano chiacchiere buttate al vento...Non trovi...?
Ed io -con calma- sto dimostrando... ;) ;) :lol: ;) :lol: ;) :lol: :lol: :lol:

Saluti
F.C.
Dico la mia:
1.
Marcello ha ragione, tutti i marchi citati ed anche tutti gli altri che conosciamo hanno rischiato sulla propria pelle per essere quello che sono. Quindi prima di giudicarli e soprattutto di giudicare/bollare offensivamente chi li acquista, bisogna giocare sullo stesso terreno, dimostrare con i fatti NELLO STESSO MERCATO dove tutti i nomi fatti rischiano i propri soldi. Per questo ci vuole anzi un grande rispetto. Che non significa riconoscere che fanno prodotti migliori dei tuoi, ma riconoscerne la capacita' di interpretare i gusti delle persone meglio di tanti altri e pure di te. Lo sai benissimo, c'e' chi preferisce 4 tavole grezze avvitate che suonano benissimo e chi invece vuole dei complementi d'arredo, riconosciuti, facilmente commerciabili che comunque male non suonano. Ed e' inutile che vai a spiegare a chi spende 70k per una A4 che ne poteva spendere 30k per una Octavia che tanto e' la stessa auto perche' non si puo' giudicare solo in base alle dimensioni e motore. Tu hai una Yaris perche' la reputi razionale/intelligente: per me e' una delle piu' brutte auto mai prodotte e ancora oggi non capisco cosa spinga la gente a comprarla. Non c'e' una ragione una per mettersi in casa una bruttura simile. Pero' non vado a fermare ogni proprietario per dirglielo, avranno avuto le loro buone ragioni e le rispetto. Ecco fai lo stesso con chi compra l'hifi che non ti piace.
2.
Ho conosciuto Ciro, anzi ho avuto la FORTUNA di conoscere Ciro. Una persona di una gentilezza e rispetto unici. Capisco che adesso si possa sentire in colpa anche se non dovrebbe. Fabrizio avrei trovato molto piu' "educativo" (anzi potrebbe essere un'idea geniale) proporre a Marcello un ascolto del tuo sistema presso la sua abitazione o l'abitazione di qualche forumer in zona, occasione dove si sarebbero potuti unire altri forumer e musicisti amici di Marcello (che potrebbero valutare con il loro orecchio esperto). Per la serie poca spesa tanta resa. Mal che vada avresti zero nuovi clienti ma 20/30 forumer che potrebbero parlare di te con cognizione di causa. E comunque magari chi ha speso 14/16k in Opera/Unison magari un pensierino ce lo fa davvero, soprattutto adesso che sai che ha comprato senza favoritismi.
3.
Anche le voci contrarie sono sempre una ricchezza ed un'opportunita'. Io non so dove scrive Marcello, pero' anche lui possiede due orecchie fatte da madre natura e non da Unison/Opera, per cui se deve riconoscere qualcosa di buono sono sicuro che e' in grado di farlo.

Fabrizio, alle volte contiamo fino a 10 prima di cliccare invio...

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » martedì 7 agosto 2018, 23:50

Alexmaso69 ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 21:23
...
Marcello ha ragione, tutti i marchi citati ed anche tutti gli altri che conosciamo hanno rischiato sulla propria pelle per essere quello che sono. Quindi prima di giudicarli e soprattutto di giudicare/bollare offensivamente chi li acquista, bisogna giocare sullo stesso terreno, dimostrare con i fatti NELLO STESSO MERCATO dove tutti i nomi fatti rischiano i propri soldi...
So di infrangere una tua pia illusione, ma queste persone non rischiano assolutamente nulla... e te lo dico dall'alto di 42 anni di attività nel ramo.

Qualsiasi operatore con un briciolo di cervello in testa sa bene che basta pagare la paginetta di pubblicità e la recensione del "mammasantissima" di turno per trovare con certezza uno o due pollacchioni che pagheranno sia il contratto pubblicitario che la partecipazione alle mostre, magari acquistando -scontato al 50%- il primo esemplare di un diffusore il cui prezzo è stato gonfiato di quattro volte proprio per poterlo sbattere in copertina...

In 42 anni ho visto ripetere questo meccanismo migliaia di volte... e sempre c'è stato qualcuno che c'è cascato.

Io stesso dovrò -prima o poi- sottostare a questa regola.

Segue
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » mercoledì 8 agosto 2018, 0:00

Alexmaso69 ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 21:23
...
Quindi prima di giudicarli e soprattutto di giudicare/bollare offensivamente chi li acquista, bisogna giocare sullo stesso terreno, dimostrare con i fatti NELLO STESSO MERCATO dove tutti i nomi fatti rischiano i propri soldi. Per questo ci vuole anzi un grande rispetto. Che non significa riconoscere che fanno prodotti migliori dei tuoi, ma riconoscerne la capacita' di interpretare i gusti delle persone meglio di tanti altri e pure di te...
Qui sbagli...

Se qualcuno bara al tavolo da gioco... non è affatto detto che chiunque possa farlo, perlomeno senza essersi accordato con chi amministra il banco...

Se io giocassi sullo stesso terreno di un B&W o di una Sonus Faber avrei perso in partenza, cioé sarei stupido...

Osserva il caso di questo thread... se io avessi scritto che i miei diffusori suonano meglio di quelli di Opera avrei avuto dieci forumers che avrebbero postato un giudizio opposto, di fatto relegando il mio giudizio al livello di quello di un autocostruttore invidioso.

Ed invece io cosa ho fatto...? Ho lasciato che fosse lo stesso Mafro a darmi pienamente ragione, rifiutando un confronto su argomenti concreti e scappando a gambe levate...!

Se i vietnamiti avessero combattuto le truppe statunitensi arrivando in elicottero, sarebbero stati falciati come mosche ed il Vietnam non sarebbe mai divenuto comunista. Si può discutere se sarebbe stato meglio o peggio, ma la loro tattica di combattimento ha ottenuto il suo scopo !!!

Segue
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » mercoledì 8 agosto 2018, 0:03

Alexmaso69 ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 21:23
... Tu hai una Yaris perche' la reputi razionale/intelligente: per me e' una delle piu' brutte auto mai prodotte e ancora oggi non capisco cosa spinga la gente a comprarla. Non c'e' una ragione una per mettersi in casa una bruttura simile...
Concordo pienamente: io l'ho acquistata proprio per questo da un amico, e perché era abbastanza abbozzata da non attrarre i ladri.

Così posso lasciare nel portabagagli strumentazione che costa cinque volte quanto l'auto... :lol: :lol: :lol:

Segue
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » mercoledì 8 agosto 2018, 0:09

Alexmaso69 ha scritto:
martedì 7 agosto 2018, 21:23
... Fabrizio avrei trovato molto piu' "educativo" (anzi potrebbe essere un'idea geniale) proporre a Marcello un ascolto del tuo sistema presso la sua abitazione o l'abitazione di qualche forumer in zona, occasione dove si sarebbero potuti unire altri forumer e musicisti amici di Marcello (che potrebbero valutare con il loro orecchio esperto). Per la serie poca spesa tanta resa...
Marcello è stato invitato cento volte, l'ultima delle quali in un'occasione in cui si è sentito dire da parecchi appassionati che il mio FullHorn stracciava letteralmente le Avantgarde Trio che stavamo ascoltando... E non è venuto: perché non poteva...!!!

Mettiti nei suoi panni: se fosse venuto, si sarebbe trovato nell'imbarazzo di scegliere tra il mentire (facendo la figura dell'incompetente in malafede), oppure avrebbe dovuto dire la verità, ponendosi in contrasto con quelli che sono -in qualche modo- suoi sodali, se non soci. E lui ha fatto benissimo ad ignorare gli inviti.

Ma voi credete per davvero che uno come Mario Bon scriverebbe mai che di trombe non ne sa nulla e che questi sistemi suonano cento volte meglio dei diffusori che lui progetta...?

Suvvìa... c'è un limite a qualsiasi forma di ingenuità...!!!

Saluti
F.C.

Alexmaso69
Messaggi: 252
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 18:00

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da Alexmaso69 » mercoledì 8 agosto 2018, 0:24

Però andare a domicilio, a fianco della sue Opera/Unison non è una brutta idea...

F.Calabrese
Messaggi: 33022
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: In quel di Boville Ernica -

Messaggio da F.Calabrese » mercoledì 8 agosto 2018, 0:31

Alexmaso69 ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 0:24
Però andare a domicilio, a fianco della sue Opera/Unison non è una brutta idea...
Suvvìa... beata ingenuità...!

Come si fa a credere alla buona fede di persone che scrivono cose come queste ?:
Signori, ma cosa vi aspettavate?
Ho visto che ha riportato su un vecchio thread sulle Opera Quinta s.p.
In pratica le paragona, come prestazioni, a due Indiana Line.
Ebbene, posseggo ancora le I.L. Musa 505 che ho poi sostituito con le suddette Quinta.
Il paragone è improponibile. Siamo qualitativamente su diversi ordini di grandezza piu in alto rispetto alle pur buone I.L.
La ricostruzione tridimensionale, la grande estensione e pulizia delle basse frequenze, la precisione e pulizia delle alte frequenze, che si fanno ascoltare per ore senza mai affaticare l'orecchio, non sono neanche lontanamente paragonabili rispetto alle Musa. Una ricostruzione del messaggio sonoro incredibile unita ad una straordinaria gradevolezza d'ascolto; le Musa se lo sognano.
Quando ascolto (spesso) musica per organo, si sentono i registri di 32 piedi sullo stomaco, incredibilmente come dal vivo.

Chiaramente per me, uno che paragona come prestazioni due diffusori cosi diversi, ha una credibilita pari a zero.
Beh... le Indiana Line Musa sono una serie fuori produzione, che impiegava wooferini da 15 cm...

http://www.coral-indianaline.com/wp-con ... ochure.pdf

Leggendo le caratteristiche si osserva che l'efficienza e l'estensione in basso della risposta sono le stesse delle Opera Diva, che impiegano un woofer da 20cm., quindi nulla di trascendentalmente superiore...!

Ecco il prezzo delle I.L. Musa 505: https://www.rgsound.it/musa-505_indiana ... -7431.html

Ed ecco quello delle Opera DIva: https://www.hifidiprinzio.it/it/Diffuso ... iva-1.html

Pertanto il paragone -se fatto con intelligenza (tenendo conto dei prezzi)- c'è tutto... perché si parla di diffusori che impiegano configurazioni assolutamente simili e trasduttori pochissimo differenti.

Ovviamente quando si è partigiani si spegne sempre il cervello !!!

Saluti
F.C.

Rispondi