Mafro... ma che gente hai intorno...???

La sezione principale

Moderatore: F.Calabrese

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 8 ottobre 2018, 0:30

"Offendere è l'ultimo espediente per tentare di passare per vittima."
Chi è che, offendendo, tenta di passare per vittima?
Dare del cretino ad una persona còlta significa offendere. Dare del cretino ad uno che lo è per davvero e che insiste a scrivere sciocchezze significa solo prendere atto della realtà.
...Il Sig. Calabrese continua a confondere l'efficienza con l'SPL. La misura a 2.83 Vrms a un metro è una misura di SPL e non serve a "guadagnare" qualche dB ma a rendere confrontabili le SPL prodotte, ad una distanza predefinita, da diffusori che possono avere impedenze anche molto diverse tra loro.
Una persona intelligente -che vuol passare per esperto- dovrebbe sapere che una semplice misura di SPL si può confrontare correttamente con un'altra misura di SPL solo se per entrambe sono mantenuti costanti il tipo di segnale, la potenza applicata e la distanza di misura. Se si applica una stessa tensione (2,83 V) a diffusori di impedenza diversa, vuol dire che si inviano potenze diverse, inversamente proporzionali all'impedenza... insomma: un trucchetto.
Le ricordo che, in campo professionale la B&C ha in catalogo un woofer con RE=1.5 Ohm: lo fanno per imbrogliare i loro clienti? (vds Sistena iPAL).
E qui si vede l'inesperienza dell'autocostruttore evoluto, che -tapino- si dà anche le arie...!
Quei woofers esistono in virtù del fatto che l'impedenza cresce moltissimo intorno alla risonanza, per cui John Vanderkooy suggerì di adottare valori così bassi di RE per sfruttare al meglio il fenomeno. Il tempo ha dimostrato che non si trattava di una grande idea...
Il fatto rilevante non è come i produttori dichiarano il rendimento ma che il Sig. Calabrese dichiari, per i suoi sistemi, dei rendimenti non giustificati come nel caso trattato nei post precedenti dove un SPL di 112 dB/1W/1m dovrebbe corrispondere al 40% di rendimento. Poi il Sig. Calabrese se la può prendere con chi vuole tanto la realtà non cambia: i numeri non tornano e il lessico non è appropriato.
Il 40 per cento di rendimento è del tutto praticabile, con i sistemi a tromba. Solo UN singolo ignorante si ostina a ripetere come un pappagallo la stessa cantilena, collezionando ogni volta una figura da bambino dell'asilo. Infatti frigna lamentandosi del lessico che in effetti non è appropriato: altri lo tratterebbero da povero deficiente e ci riderebbero sopra, invece di spiegargli dove sbaglia.
A proposito del "ristretto intervallo di frequenza": da 20 a 200 Hz c'è una decade e l'intero spettro audio è composto da tre decadi quindi una decade rappresenta un terzo dello spettro di interesse. Prendo atto che, per Calabrese, un terzo dello spettro audio è un "ristretto intervallo di frequenza". Salvo che "ristretto" non significhi "importante" (perchè il significato delle parole, con Calabrese, non può essere dato per scontato in nessun contesto).
E qui veramente mi cascano le braccia. Ma come si fa a non capire un concetto così elementare, come il fatto che il rendimento del woofer (inteso come SPL per UN watt) è quello che determina NECESSARIAMENTE il rendimento del diffusore (con filtro passivo) nel suo complesso...? Nemmeno un autocostruttore alle prime armi proporrebbe la balzana teoria per cui si possa accoppiare un mid ed un tweeter p.es. da 95 dB/1W/1m con un woofer p.es. da 90 dB/1W/1m senza attenuarli...!!! Queste cose sono possibili in multiamplificazione soltanto !!!

Smettila di scrivere stupidaggini: il tuo curriculum è quello che è, lo conoscono tutti !

Smettila di prendere per i fondelli quei tre poveracci che ancora ti leggono !!!

Salutoni
F.C.

MAFRO
Messaggi: 157
Iscritto il: sabato 13 novembre 2010, 19:11

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da MAFRO » lunedì 8 ottobre 2018, 9:25

Fabrizio, che fai..? Sfrutti la mia persona per avere qualcosa da poter dire ai tuoi SFORTUNATI SEGUACI...? Che stai diventando un'Autentica BARZELLETTA, lo capisci, si... :?: :?: :?: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 8 ottobre 2018, 10:50

MAFRO ha scritto:
lunedì 8 ottobre 2018, 9:25
Fabrizio, che fai..? Sfrutti la mia persona per avere qualcosa da poter dire ai tuoi SFORTUNATI SEGUACI...? Che stai diventando un'Autentica BARZELLETTA, lo capisci, si... :?: :?: :?: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Veramente chi sta da tempo trasformandosi in barzelletta vivente è il tuo amico che spara formulette... ed una tua buona parola per convicerlo a ritirarsi (come hanno fatto Matarazzo e Majandi e lo stesso Bebo) sarebbe il miglior regalo che tu potessi fargli.

D'altra parte basta osservare la cruda realtà, per capire.

Da una parte c'è un "esperto" (il tuo amico), che in vita sua ha progettato si e nò una decina di diffusori di una banalità assoluta, tutti al livello di qualsiasi bravo autocostruttore e nulla in più. Uno che non ha studiato o -peggio- non ha capito che il limite di efficienza del 25% esiste solo per i diffusori a radiazione diretta e non per quelli a tromba. D'altra parte se ne avesse progettato e realizzato almeno un prototipo in vita sua, avrebbe potuto almeno verificare: ed invece niente !

Dall'altra parte ci sono io: un professionista che progetta secondo commessa, per cui ha all'attivo più di 250 (duecentocinquanta) diffusori, di configurazioni diversissime, che includono le doppie linee di trasmissione e gli endfire (che voi nemmeno sapete che esistono, non come array, ma come veri diffusori). Secondo te è una barzelletta aver pubblicato e spiegato migliaia di grafici, gran parte dal Journal of AES, in quasi dieci anni di presenza sul Web...? Io non violo il copyright dell'AES, come fa il tuo amico... Io commento e spiego; e le mie spiegazioni sono sempre verificabili per veritiere. Anzi io invito sempre a farlo.

Dunque stiamo parlando di personaggi che stanno su due pianeti diversi: da una parte le chiacchiere di chi progetta e realizza biciclette dandosi le arie... dall'altra parte chi si occupa di Formula Uno ed ha all'attivo i progetti più avveniristici e performanti mai pubblicati (da 40 anni !).

Se tu -Mafro- non riesci a cogliere un'evidenza così lampante... pensaci...

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 8 ottobre 2018, 14:30

Ormai è vomitevole continuare a leggere le scempiaggini di un tapino che non è nemmeno in grado di replicare alla benché minima obiezione. Forse lo fa perché vuol dimostrare a tutti di essere cretino, dopo aver dimostrato di essere ignorante. Comunque accontentiamolo...
(1)- Calabrese ha dimenticato di specificare che queste misure vanno fatte in condizioni anecoiche ma nel Suo caso la dimenticanza è normale visto che propone misure in ambiente (ripetibili solo nel Suo ambiente e non confrontabili con altre) (2)- nè mostra le curve di impedenza dei sistemi che misura (evidentemente presentano tutti una impedenza perfettamente resistiva e le curva di impedenza non servono). (3)-Se poi a Calabrese sfugge il motivo per cui, fuori Bracciano, si eseguono misure a 2.83Vrms non posso farci nulla.
1)- Ma si può essere così poco intelligenti da scrivere una simile sciocchezza mentre si pubblica (nello stesso post !!!) il risultato della simulazione che mostra un incremento di appena 0.63 deciBel dovuto all'ambiente...??? (siamo nell'ordine dell'errore di misura della catena più precisa immaginabile...). Roba da asilo...

Immagine

2)- Effettivamente le curve di impedenza dei miei sistemi più recenti sono resistive... :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

3)- Ma in che lingua scrivo...? Il motivo per cui si misura con 2,83 Volt l'ho spiegato cento volte: è quello di prendere per i fondelli gli appassionati, facendo loro credere che un diffusore da 4 ohm abbia il doppio di efficienza rispetto ad uno da 8 ohm...!!! Questa è cosa nota tra gli operatori almeno dagli anni '80...! Tu dove stavi...? Forse a coltivare carote...?

Infine un'annotazione: i diffusori a tromba ben progettati hanno un'impedenza che è quasi il doppio della loro RE, per cui è correttissimo applicare 2,83 Volt quando i woofers sono da 4 ohm di RE (come i Gauss 1841 del Mostro).


Per favore: basta con le stupidaggini !!!

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 8 ottobre 2018, 19:55

Ed invece... le stupidaggini proseguono...
Il Sig. Calabrese scrive in italiano usando il lessico sbagliato. Si chiama "problema lessicale".
NO... il problema sta nell'improvviso obnubilamento dell'interlocutore, che non capisce la differenza tra scrivere "100 deciBel" e scrivere "100 dB/1W/1m"...

Nel primo caso si tratta di un valore di SPL...

Nel secondo caso si tratta di un valore che indica il livello di efficienza del diffusore...

A definitiva dimostrazione che il mio interlocutore è diventato cretino, vorrei fargli notare che è dagli anni '70 che il rendimento dei diffusori si specifica in "deciBel per 1 Watt ad un metro" (*), e non in percentuale.

Salutoni
F.C.

(*): Fatta salva la successiva e truffaldina pratica di utilizzare una tensione fissa (2,83 Volt), per tentare di far passare per adeguati dei ciofegoni asfittici solo per la loro ridotta impedenza.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » martedì 9 ottobre 2018, 11:01

A Roma si dice: "ma sei di coccio"...???
C.C ha scritto:Ma perché invece di SPL ecc ecc non si usa la vecchia “sensibilità “?
Perché qui l'ho scritto cento volte: la "sensibilità" è solo un volgare trucchetto per far sembrare più efficienti dei diffusori che hanno impedenze bassissime, tali da mettere in crisi gli ampli e comunque farli suonare peggio. Un misero trucchetto, la cui introduzione coincide con la promozione dei diffusori "tower", che altrimenti si sarebbe scoperto essere anatre zoppe...
Poi se il sig. Calabrese non capisce che Una linea con impedenza adattata non può superare il 50%, la vedo dura. A parte che con efficienza dichiarata così alta , basta una misura di impedenza per capire se è vero.
Ma quali competenze di Elettroacustica avrebbe, per dare lezioni...??? Lo sa che una linea con impedenza adattata presuppone -p.es.- un'impedenza d'uscita nota per l'ampli...? Guardi che i normali diffusori (il 99,99% di quelli commerciali) fondano il loro funzionamento sul bilanciamento tra forti componenti reattive... altro che Linee...!!!

Se proprio vuole le misure d'impedenza... eccole, da simulazione Hornresp (i miei diffusori impiegano soluzioni che li rendono resistivi, per cui non si vede nulla). Qui immediatamente sotto la risposta e qualche valore...


Immagine

Poi, qui ancora sotto, l'impedenza... (che oscilla intorno al doppio della RE, in gamma bassa)

Immagine

Contento...???

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » mercoledì 10 ottobre 2018, 19:16

Tom Capraro ha scritto:calabrese dice...

Con 100 dB di Picco Lineare si riproducono solo brani di voce femminile e chitarra di accompagnamento

Non è vero!
Con 100dB di picco massimo lineare, dentro un locale silenzioso, si riproduce TUTTA la dinamica contenuta nel disco. (quei 4/5 dischi che vantano un record di 78dB)
Il sistema uditivo si "autoregola" al silenzio per cui: i 100dB sembrano suonare abbastanza forte, di contro, se si spinge con il volume, il sistema uditivo irrigidisce il muscolo stapedio facendo perdere sensibilità, quindi richiedendo sempre più SPL maggiore.
Alla fine sentiremmo tutto uguale poichè forziamo la nostra sensibilità uditiva, riducendo la dinamica e, scordandoci dei pianissimi e informazioni a basso livello...
Allora chiedi ad Ouragan se questo ascolto della Canzone di Marinella con le B&W 800 D era a livelli spaventosi o un normale ascolto...!

Ti/gli ricordo che si trattava di una prova a confronto tra ampli (ML contro Accuphase) per cui il livello d'ascolto era scelto in modo di poter discriminare bene i due finali, soprattutto in termini di risoluzione. La stanza era silenziosissima, meno di 20 dB"A" di rumore di fondo.

Immagine

Quanto al "sentiremmo tutto uguale" invito tutti a fare la prova, ascoltando un brano con pieni orchestrali ad un livello 15 dB inferiore a quello reale... e poi ne riparliamo su chi conosce le cose e chi -come te- dà fiato...

Salutoni
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » giovedì 11 ottobre 2018, 22:26

Mafro... leggi questa e riflettici...
Non commento queta frase
Fabrizio Calabrese ha scritto:
"... i normali diffusori (il 99,99% di quelli commerciali) fondano il loro funzionamento sul bilanciamento tra forti componenti reattive... !!!"
perchè, a fronte dei dimostrati problemi lessicali che caratterizzano Calabrese, non posso conoscere il significato che Calabrese stesso attribuisce ai termini "bilanciamento", "forti" e "componenti reattive".
Pensaci Mafro... solo un perfetto ed assoluto ignorante in materia di Elettroacustica può non sapere che le componenti resistive sono praticamente trascurabili, nei diffusori più comuni, vale a dire quelli a radiazione diretta.

Sono dunque le componenti reattive a determinare la risonanza, l'estensione della risposta in basso, l'escursione dei coni... tanto per rendere un'idea dell'importanza di queste componenti.

E tutto ciò questo poveraccio di "progettista" -amico tuo- non lo sa...!!!

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » venerdì 12 ottobre 2018, 17:03

Il tapino sta spegnendo il cervello...
Avendo tempo da perdere ho dato una scorsa ai due articoli di Calabrese apparsi sui numeri 87 e 88 di Stereoplay.
Le imprecisioni contenute sono parecchie e riguardano in particolare le sorgenti cilindriche, le riflessioni delle sorgenti cilindriche in ambiente, l'abbinamento di sorgenti cilindriche e sorgenti sferiche nello stesso sistema.
Caro signor "fighetto delle formulette"... quando io scrivevo quegli articoli avevo 21 anni ed avevo appena progettato l'impianto a tromba più originale e performante dell'epoca... mentre tu progettavi roba come questa... spacciata per americana...

Immagine

Per favore... riaccendi il cervello e leggi le date...!

Salutoni
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37016
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Mafro... ma che gente hai intorno...???

Messaggio da F.Calabrese » domenica 14 ottobre 2018, 16:03

Mario Bon ha scritto:Sembra che Fabrizio Calabrese non abbia ancora letto il post precedente. Eppure ho modificato il titolo dell'argomento proprio per attirare l'attenzione.
Ad ogni buon conto ho scaricato gli articoli che Calabrese ha scritto per Stereoplay e li leggerò attentamente. Per fortuna in questo periodo sono libero.
Ho letto... Ho letto... ed ho anche fatto lo screenshot, per rispondere in futuro.

Al momento devo solo capire se certi livelli di imbecillità sono una semplice provocazione (*) o se sono il segno di un incipiente degrado senile.

Salutoni
F.C.

(*): In effetti, sarebbe una strategia piuttosto "furba", nel caso... Si scrive una colossale stupidaggine (che però i lettori non riconoscono come tale, perché sono amici o poco esperti) e poi si fa la vittima quando si viene trattati da cretini... Dunque conviene aspettare le nuove sciocchezze... :lol:

Rispondi