Sbruffoni ed ignoranti

La sezione principale

Moderatore: F.Calabrese

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » domenica 1 settembre 2019, 0:03

Carlochiarelli ha scritto:Ok, ma almeno la definizione della generazione delle trombe non la ho trovata da nessuna parte. Siccome FC dice che tizio o caio non distinguono una tromba di generazione “x” da quella di gen. “Y”, esiste tale distinzione ? Sennò di che parliamo?
Parliamo di ignorantelli presuntuosetti che si arrogano il diritto di dare del cerebroleso al massimo esperto in un particolare settore, senza essere LORO capaci di distinguere una tromba di prima da una di seconda generazione... di cui esistono scritti autorevoli, non miei.

Vedete... è lì che fate la figura dei miserabili, quando non siete in grado di ammettere anche l'evidenza più conclamata in favore della controparte, talmente siete in malafede ed ignoranti...!!!

Continuate così, che ci fate ridere.

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 2 settembre 2019, 15:36

... o forse piangere !

Con un poco più del solito di tempo a disposizione, mi permetto di rispondere non tanto e non solo a Mario Bon, ma soprattutto ai due infelici che lo supportano (carlochiarelli e mario061), oltre ai lettori del forumino triste.

Voglio qui di seguito offririvi un esempio della IMMENSA differenza -umana ed intellettuale- tra me ed il vostro mentore. Ma ora leggete:

Mario Bon ha scritto:Questa breve frase (di F.Calabrese) contiene due errori:
"Il Grafico n.1 mostra, sovrapposte, le Funzioni di Trasferimento rilevate inviando il segnale analitico (una sequenza MLS di 64K campioni)....".
Il grafico non rappresenta la funzione di trasferimento ma il modulo della funzione di trasferimento ma questo è quasi un errore veniale (se ci fosse anche la fase sarebbe giusto). Confondere il segnale analitico con lo stimolo è più grave. Una "sequenza MLS di 64K campioni" si chiama segnale pseudocasuale e costituisce lo stimolo inviato all'ingresso del sistema. Il segnale analitico, invece, è una particolare rappresentazione matematica di un segnale nel tempo. Si tratta del segnale complesso così formato:
- la parte reale è il segnale fisico (nel tempo)
- la parte immaginaria è la trasformata secondo Hilbert del segnale fisico.
Si chiama segnale analitico per distinguerlo dai segnali reali (stimoli e risposte).

Ebbene... Mario Bon ha perfettamente ragione ! Si tratta dunque di una mia svista, di 19 anni fa se non sbaglio.

Ecco... pensateci... io non ho alcun problema ad ammettere una mia svista... mentre vi invito a trovare UNA RIGA in cui Mario Bon ammetta di aver scritto delle boiate pazzesche come il limite del 25% di efficienza per le trombe ed il fatto che questa maggiore efficienza era ottenuta SOLO grazie alla maggiore direttività...

Non solo... ma provate per un attimo a rifletterci.

Nel 2000 erano almeno 13 anni che io impiegavo analizzatori Techron TEF-12 e TEF-20, ovviamente avendone studiato la teoria ed i manuali operativi. E li impiegavo SUL CAMPO, con impianti di configurazione MAI VISTA PRIMA, per cui le mie misure erano il solo supporto in fase di prototipazione, visto che non avevo di certo qualcuno da cui attingere o scopiazzare...!
E Mario Bon cosa faceva in quegli anni...? "Progettava" forse le finte Altec Challenger...???

Dunque la confusione tra "segnale analitico" e "segnale di prova" è davvero insignificante, soprattutto se si considera che io mi rivolgevo a potenziali lettori che di certo avrebbero capito il riferimento al segnale di prova. Mica potevo pensare -all'epoca- che esistessero dei "professorini" così rigidi ed incapaci di uscire dalle formulette imparate a pappagallo da non capire al volo il banalissimo equivoco.

Ora, cari carlochiarelli e mario061, io vi invito a richiedere a Mario Bon la stessa onestà intellettuale, chiedendogli di ammettere di aver ignorato l'esistenza di un concetto fondamentale come quello del matching delle impedenze, quando lui ha scritto che i diffusori a tromba sono più efficienti solo perché più direttivi (ed allora come spiega la gamma bassa delle Klipsch La Scala ?).
Chiedetegli se in vita sua ha mai fatto una misura in asse e fuori asse di una coppia di tweeters -uno a radiazione diretta ed uno a tromba- per scoprire che l'enorme differenza di rendimento non era di certo giustificata dalla (eventuale) minore dispersione...!

Ecco... questa è un'occasione buona davvero per capire quanto certi "esperti" -come Mario Bon- offendano quotidianamente la vostra ingenuità di appassionati... trattandovi da minus habentes.

In attesa di cortese risposta.

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » lunedì 2 settembre 2019, 19:34

Ed ecco la risposta...
Mario Bon ha scritto:Quello che Calabrese non capisce è che a me (e penso anche a molti altri, compresi anche appartenenti al suo forum) non frega un accidenti di sapere chi è più competente dei due. Io sto in questo forum perchè le persone mi rispettano e io rispetto loro, so che è un concetto difficile da comprendere, ma non si può spiegare a parole, o lo si comprende, oppure no.
Sei falso e sai di esserlo.

Se tu davvero pensassi quel che scrivi, avresti cancellato al volo la sezione diffamatoria nei miei confronti, invece di moltiplicarla per due...

Avresti approfittato del fatto che io avevo tolto di linea TUTTI i thread al tuo indirizzo (e puoi verificare che ne ho ritirati fuori solo due, e solo dopo la tua "sparata").

TU SAI di essere meno competente (non solo di me...), ma ti aggrappi alle sviste o alla diffamazione con sberleffo, dimostrando però in questo modo tutta la tua disperazione, di chi non ha più il tempo, ad un passo dalla pensione.

Cosa pensi di fare ? Pensi di progettare sistemi a tromba sia domestici che da stadio...? Pensi di progettare regie di Studio e monitor dedicati...? Pensi di continuare a fare le pulci alla ricerca di sviste per anni a venire ?

Per me sei liberissimo di farlo, anche perché mi diverti e non ho difficoltà a risponderti, come vedi, caro Salieri...

Ma non venire a parlare di "simpatia" quando quotidianamente deridi i tuoi sette lettori, trattandoli da deficienti.

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » martedì 3 settembre 2019, 7:04

Ieri ho scritto
F.Calabrese ha scritto:
lunedì 2 settembre 2019, 15:36
...
Ora, cari carlochiarelli e mario061, io vi invito a richiedere a Mario Bon la stessa onestà intellettuale, chiedendogli di ammettere di aver ignorato l'esistenza di un concetto fondamentale come quello del matching delle impedenze, quando lui ha scritto che i diffusori a tromba sono più efficienti solo perché più direttivi (ed allora come spiega la gamma bassa delle Klipsch La Scala ?)...
Ed ecco la "risposta fischi per fiaschi" del finto professionista che non ha coraggio di firmarsi con nome e cognome...
Speriamo si metta d'impegno e ci spieghi la storia del "impedance matching"... non solo con il "ragionate" ma con il supporto di un tot di matematica. Magari anche con un esempio pratico... una Klipsch La Scala a cui ci cambia il volume posteriore... e tutta la serie di misure a dimostrazione.

Ve lo ripeto: Mario Bon ha pubblicato stupidaggini tecniche colossali, come appunto quella per cui -secondo lui- la maggiore efficienza delle trombe sarebbe dovuta solo e soltanto alla loro maggiore direttività. Ho gli screenshot a riprova.

Io gli ho fatto semplicemente notare che esistono diffusori a tromba (come le Klipsch La Scala) che sono molto più efficienti di quelli a radiazione diretta ANCHE IN GAMMA BASSA (p.es. a 100-200-300 Hz), vale a dire a frequenze le cui lunghezze d'onda sono superiori alle dimensioni della bocca della tromba, per cui l'emissione non può assolutamente essere direttiva.

Ecco... la cosa che fa immensamente pena, di voi tre gatti, è che siete scesi compatti a difesa dell'ignorante sbruffone, avendo compreso che lui non è più in grado di farlo. Non vi accorgete di quanto vi abbia preso per i fondelli... con la sua prosopopea.

Salutoni
F.C.

P.S.: Io sono libero di discutere con tutti coloro che hanno in qualche modo aderito alla "congiura del silenzio", fallendo e facendo la figura dei pezzenti. Se voi li trattaste per quelli che sono (appunto dei pezzenti) non ci sarebbe alcun bisogno di discuterne.


F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » martedì 3 settembre 2019, 23:41

Antonino Leone ha scritto:...Dimostra di saperne anche molto poco in fatto di teoria
Se lavorasse e progettasse non troverebbe nemmeno il tempo di scrivere post cosi lunghi con la speranza di impressionare
Stai parlando del povero disgraziato che ha postato decine e decine di post zeppi di formulette per fottere i piccoli commercianti come te e far creder loro di essere un "teorico", quando non conosce nemmeno le basi minime dell'Elettroacustica...? Sto parlando di quello che crede che l'efficienza delle trombe sia dovuta al solo aumento di direttività: uno che ha davvero "capito" e teorizzato...!!! E progetta solo banalissimi diffusori a radiazione diretta, eguali a quelli che sfornano migliaia di autocostruttori alle prime armi.

Sei capace di distinguere un professionista da un fanfarone...?

E non ti senti cretino a scrivere quel che scrivi...???

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » domenica 8 settembre 2019, 15:13

Mario Bon ha scritto:L'espediente non è del Sig. Calabrese ma di H. Olson. Comunque un woofer del genere mi pacerebbe vederlo. Rendimento del 25% (rendimento massimo teorico in cassa chiusa) risposta perfettamente piatta ed insensibile rispetto al posizionamento. Ma perchè il Sig. Calabrese ha usato un bicono da 7" con sub woofer se aveva a disposizione una tale meraviglia?
Caro Mario Bon... ormai ho capito il tuo gioco: tu giochi a fare il perfetto ed assoluto deficiente, per vedere fino a che punto quei quattro sfigati che ti leggono possano essere stupidi e leccapiedi... cascandoci... :lol:

Innanzi tutto fai finta di confondere il bicono (impiegato solo sopra 160 Hz) con il woofer del "due vie serio"... e nessuno dei cretinetti se ne accorgerà... (che hai scritto "con subwoofer")

Poi parli di 25% di limite di efficienza, facendo il cretino che dimentica che questo rendimento è ottenibile, in radiazione diretta, solo a frequenze superiori a parecchie centinaia di Hz... (e noi stiamo parlando di un basso che scende sotto 40 Hz...)

[attachment=0]Max_eff_graph.jpg[/attachment]

Stai tranquillo... che vincerai la scommessa...!
I quattro fessi che ti leggono continueranno a leccarti il pavimento, qualsiasi scemenza tu posti... :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Complimenti a Carlochiarelli, Mario061 e Rollo per il loro acume: hanno rivalutato il povero Bluenote, che almeno ha avuto la decenza di tentare la via dell'oblio, smettendola di scrivere sciocchezze. :D

Saluti
F.C.
Allegati
Max_eff_graph.jpg
Max_eff_graph.jpg (313.97 KiB) Visto 906 volte

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » sabato 14 settembre 2019, 23:30

Mario Bon ha scritto:...Se avesse pubblicato il grafico della distorsione armonica e della TND delle JBL avremmo capito cosa significa "senza distorcere" nel lessico del Sig. Calabrese.
Basta...!

Smettila di deridere te stesso scrivendo stupidaggini come questa...! Anche il più servile dei tuoi tre lettori sa bene che io ho pubblicato le misure di distorsione (MIL e MOL lo sono...).

E smettila di parlare di "lessico", dopo aver dimostrato di conoscere solo formulette a memoria e frasi fatte.

Ripensaci: ho trattato bene un progetto da perfetto autocostruttore alle prime armi... e tu non hai apprezzato nemmeno questa umana pietà...

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » martedì 17 settembre 2019, 0:04

Io spero veramente che calabrese, in fiera, vada dai datori di lavoro del Sig. Bon, a chiedere conto del perchè le Max Mini abbiano determinate prestazioni...
Andiamoci insieme...!!!

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » giovedì 19 settembre 2019, 12:14

Mario Bon ha scritto:Come preannunciato nel mare magnum delle registrazioni di programmi musicali (indipendentemente dai supporti siano essi file, vinili o CD) si possono osservare tutte le situazioni possibili.
La conclusione da trarre è una sola: le generalizzazioni e le semplificazioni troppo spinte, sono sempre pericolose e fuorvianti.
Scrivi il falso sapendo bene di scriverlo (forse reputi stupidi coloro che ti leggono).

Ieri hai tu stesso riconosciuto che all'epoca del vinile non era ammesso incidere basse frequenze in controfase tra i due canali, perlomeno ad alti livelli.

Se tu ragionassi, capiresti che l'introduzione dei CD non ha affatto cambiato questa tendenza, perché gran parte provenivano da master analogici.

Te su ne sapessi qualcosa di tecniche di registrazione, sapresti che quelle con microfoni panpottati o coincidenti danno sempre un basso perfettamente in fase, mentre quelle con microfoni distanziati possono introdurre sfasamenti trascurabili, alle lunghezze d'onda dei bassi sotto 150 Hz. o giù di lì.

Il solo caso in cui una registrazione può contenere bassi in controfase è quello in cui la sorgente si collochi nel quadrante posteriore di un microfono a gradiente (ipercardioide o a figura di otto); ma questo in pratica non avviene MAI.

Infine parliamo di incisioni puramente digitali: che senso avrebbe sacrificare la dinamica e la distorsione in gamma bassa, invertendo la fase su un canale, se poi queste incisioni sono stra-compresse, proprio per suonare su impianti miserandi...? (vedi Loudness War).


Come vedi io non ho assolutamente generalizzato, ma esaminato UNO PER UNO tutti i possibili casi.

Come al solito faresti bene a ritirarti nel tuo spazio da autocostruttore evoluto, evitando di trattare da stupidi i tuoi lettori.

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 37486
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: Sbruffoni ed ignoranti

Messaggio da F.Calabrese » giovedì 19 settembre 2019, 14:02

E questa la (demenziale) risposta...
Mario Bon ha scritto: Mario Bon ha scritto:
Nei vinili i bassi erano registrati in monofonia per questioni tecniche legate alla massima larghezza dei solchi. Ciò non significa che sia vero per tutti i vinili prodotti. Con i CD questo problema non sussiste.


Confrontando quello che ho scritto con quello che mostra di aver capito il Sig. Calabrese non si può che dedurre che il nostro non interpreti correttamente la lingua italiana. Quindi, in sostanza, mi dà ragione: qualche problema, almeno lessicale, c'è.
Caro Mario Bon... prova a guardare alla questione da un punto di vista leggermente differente, e capirai.

Prova a pensare di AVERE TU dei problemi di comprendonio, al punto di capire fischi per fiaschi rispetto a quel che io scrivo...

ed infatti:

1)- Io ho scritto che all'epoca dei vinili si registravano i bassi in mono perché altrimenti ci sarebbero stati problemi di lettura (i cutter limitano comunque l'ampiezza dei solchi, perché hanno un passo variabile, ma entro chiari limiti). Ho anche scritto che questo era un problema per i segnali di alto livello, mentre per esempio per il riverbero si poteva tranquillamente registrare con i bassi in controfase (ma a bassissimo livello).
A queste proposizioni LOGICHE tu rispondi illogicamente, ipotizzando che alcuni vinili siano stati registrati con bassi panpottati tutti su un canale o in controfase addirittura: il che è palesemente impossibile, perché comporterebbe i problemi di lettura sopra citati (ed ammessi da entrambi).
Dunque tu giochi a fare confusione deliberatamente, allo scopo di diffamarmi trattandomi da incapace con turbe lessicali...

2)- Io ho scritto che all'introduzione dei CD si sono impiegate per anni registrazioni analogiche, effettuate nella prospettiva di stamparci dei vinili, e dunque con le basse rigorosamente monofoniche o pressoché tali. Il fatto che con il CD si POSSANO incidere bassi sfasati o di ampiezza assai diversa tra i due canali io non l'ho affatto negata, come tu vorresti far credere... ma ho semplicemente scritto che era una pratica insensata e potenzialmente foriera di maggiori difficoltà di riproduzione... Quindi ancora una volta sei tu che non capisci, o fai finta di non capire.

3)- Quanto alle registrazioni full-digital, più moderne, sappiamo bene entrambi che la loro dinamica è tarpata al massimo grado in modo di renderli riproducibili con cuffiette e PC, persino con i cellulari... Ora -se sei una persona intelligente- spiegami che senso avrebbe per un fonico registrare i bassi su un canale soltanto o addirittura in controfase tra i due canali. In pratica renderebbe inutile la compressione, sacrificando la resa del brano. Se a questo aggiungi che il 99% dei brani moderni è ascoltato con piccoli monitor a radiazione diretta -limitatissimi sui bassi- ecco che panpottare su un solo lato o registrare in controfase non potrebbe avere che conseguenze negative fin dall'ascolto in studio...! E per questo solo dei fonici dilettanti potrebbero fare una cosa del genere.

Io credo che sia il momento per tutti di riflettere su quanto il tuo approccio culturale e logico sia miserando: ti riduci ad insultare (parlando di "problemi lessicali" a chi la lingua italiana te la potrebbe insegnare) e non sei in grado di fare un banale ragionamento logico, come p.es. quello al punto n.3.

Ti comunico che da ieri ho rimesso in linea tutti i thread a te intitolati, riservandomi di riprendere UNO PER UNO tutti gli argomenti che ti vedono proporre scempiaggini, per giunta illogiche.

Te lo ripeto: il tuo comportamento è diffamatorio nei miei confronti, ma è anche incredibilmente offensivo nei confronti dei tuoi forumers, che tratti da poveri deficienti. Facci caso che sono giorni che hanno smesso di scrivere, nell'impossibilità di difendere le fesserie tue e di Tom.

Il tuo errore è sempre lo stesso: la presunzione di pensare di poter ingannare i lettori sulla tua competenza, dimenticando che il tuo curriculum di realizzazioni parla più chiaro di qualsiasi tuo post e spiega a tutti loro quali sono i tuoi limiti culturali e professionali.

Sei come il pizzettaro che si dà le arie da chef e si giustifica dicendo che la pizzeria dove lavora gli chiede di cucinare solo pizze, senza domandarsi come mai è stato assunto da una pizzeria e non da un ristorante stellato. Anzi... non si chiede nemmeno per quale motivo lui lavori da dipendente, invece che di porsi sulla piazza come un vero professionista, di quelli che pubblicano scritti propri e non i link abusivi...

Saluti
F.C.

Bloccato