Scheda Edirol UA25 su Windows 10

La sezione principale

Moderatore: F.Calabrese

Rispondi
l_pisani_54
Messaggi: 1363
Iscritto il: martedì 19 ottobre 2010, 9:28
Località: Roma

Scheda Edirol UA25 su Windows 10

Messaggio da l_pisani_54 » giovedì 28 maggio 2020, 17:41

La scheda Edirol UA 25, nonostante sia uscita parecchi anni fa, ha avuto il supporto della Roland anche per i nuovi sistemi Windows.
Sono disponibili i driver sul sito ufficiale fino alla versione 8.1, mentre la successiva UA25EX, è utilizzabile anche con Windows 10.
Su Windows 10 non è possibile normalmente installare i driver delle versioni precedenti, neanche usando la modalità compatibilità, semplicemente l'installazione non procede fino alla fine.
In rete ci sono alcuni tutorial per superare questo intoppo.
Descrivo la procedura che ho utilizzato:
1) disattivare dal bios UEFI secure boot, operazione necessaria perché altrimenti il passaggio seguente non viene eseguito.
2) aprire una shell con diritti di amministratore e digitare bcdedit/set TESTSIGNING ON
3) eseguire la procedura di installazione, ignorando il "warning" che compare ad un certo punto
4) aprire di nuovo la shell con diritti di amministratore e digitare bcdedit/set TESTSIGNING OFF
5) riattivare secure boot sul bios UEFI

Ricordo che invece su Linux la scheda viene riconosciuta senza installare nessun driver.
Leonardo

armandolaspatola
Messaggi: 454
Iscritto il: sabato 1 settembre 2012, 15:54

Re: Scheda Edirol UA25 su Windows 10

Messaggio da armandolaspatola » sabato 16 gennaio 2021, 22:01

maledetto win10, un vero peso morto inutile e invasivo.
Io ho tentato di usare la scheda sotto windows10, la riconosce ma devo lavorare obbligatoriamente a 48. (lo stesso mi accade con un cambridge dacmagic)
L'unica soluzione che ho trovato è passare a win7.
Se qualcuno è stato più fortunato/intelligente di me gli richiedo aiuto.
Saluti
Gabriele
De André - Un medico "e allora capii, fui costretto a capire, che fare il dottore è soltanto un mestiere, che la scienza non puoi regalarla alla gente se non vuoi ammalarti dell'identico male, se non vuoi che il sistema ti prenda per fame"

Rispondi