La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

Una selezione ragionata
Messaggio
Autore
F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#31 Messaggio da F.Calabrese » venerdì 3 maggio 2013, 17:08

violone 32' ha scritto:Quante registrazioni esistono in commercio con tale tecnica ?
E' difficile dirlo, perché molti dei migliori fonici la utilizzano, ma si guardano bene dal renderlo noto.

Saluti
F.C.

Daniele64
Messaggi: 339
Iscritto il: mercoledì 13 ottobre 2010, 16:35

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#32 Messaggio da Daniele64 » sabato 4 maggio 2013, 0:16

F.Calabrese ha scritto:
Daniele64 ha scritto: Temo....che la tecnica Ambisonics....in ambiente home....non funzioni,la teoria non tiene conto dell'effetto delle riflessioni delle pareti che...ovviamente andranno a "corrompere" l'emissione dei diffusori....Il sistema per funzionare deve avere un set-up preciso nella sua geometria dove i diffusori dovranno essere perfettamente matchati in ampiezza e fase....che e' cosa impossibile da mantenere in ambiente home per effetto,appunto,delle riflessioni...
Ci sono (per fortuna) due clamorose smentite alla tua osservazione.

La prima è che nel 1980 una rivista di settore (MIX) condusse una prova di registrazione e riascolto con tutte le tecniche di ripresa e con i migliori microfoni esistenti. La tecnica Ambisonics (implementata nel microfono Calrec) stracciò tutti i concorrenti.

La seconda prova è che dal segnale Ambisoncs B-Format è possibile ricavare qualsiasi altra configurazione (XY, MS, ecc.) ma nessuna funziona meglio dell'originale.

Il punto è che una parte della teoria di questo sistema è sconosciuta, forse perché nemmeno pubblicata integralmente.

Saluti
F.C.
Scusa Fabrizio...ma non riesco a capire quali siano le smentite clamorose...

Se non erro il sistema Ambisonics si prefigge di ricreare in riproduzione lo stesso campo sonoro tridimensionale di un evento "live"...
...e per far si che questo avvenga,si dovra' utilizzare un mic soundfield che consentira' una "presa"sulle 3D del campo sonoro "originale" che registra su diversi canali.....uno specifico encoder/decoder....e una disposizione a quadrato o circolare di 4 o piu' diffusori.

A livello teorico algebrico la cosa funziona,pero'...solo....per UN PUNTO nello spazio..

In pratica,per verificarsi la condizione teorica...occorrera' "ricostruire" i vettori di intensita' sonora al centro dell'array di diffusori....e la condizione necessaria affinche' questo si verifichi e' che qualche diffusore o tutti emettano SIMULTANEAMENTE......il problema e' che un essere umano ascolta con due orecchie...ognuna posta su punti diversi nello spazio...ed entrambe attaccate ad un ostacolo,la testa.

Se la testa si trova nel PUNTO di somma delle emissioni e' chiaro che l'emissione dei diffusori della parte destra NON PUO' arrivare all'orecchio sinistro senza errori temporali ed effetti di head-shadowing....lo stesso vale per l'emissione della parte sinistra che arriva all'orecchio destro.

Oltre alle considerazioni non meno importanti sulle riflessioni dell'ambiente che non consentono di realizzare nella realta' un altra condizione teorica fondamentale rappresentata da una soluzione matematica applicata per UN PUNTO nello spazio..... e di avere una precisa geometria con i diffusori strettamente accoppiati sia in ampiezza che in risposta in fase.

E il sistema in realta' non funziona e non realizza la condizione teorica ....puo' tranquillamente piacere...ma non e' una ricostruzione dell' "evento" acustico originale...cosa per la quale fu pensato.

Perlomeno se discutiamo di Ambisonics in termini di sistema....e non solo del mic Soundfield.

Sempre rigorosamente IMHO

un saluto

PS....Fabbri'....m'ha fatto sciroppa' 10 pagine in Inglese e formule

F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#33 Messaggio da F.Calabrese » sabato 4 maggio 2013, 9:39

Ho ascoltato l'impianto perifonico Ambisonisc, e l'area d'ascolto era piuttosto vasta...

Lo ripeto: ci sono molte cose di questa tecnica che non sono state divulgate (a volte anche per ignoranza di chi scrive sull'argomento e non è in grado di addentrarsi nelle complesse spiegazioni matematiche di Gerzon.).

Soprattutto una cosa distingue questa tecnica: la preservazione del timbro, vale a dire della risposta in frequenza dell'interca catena stereofonica.

Altre tecniche comportano fastidiose cancellazioni (p.es. la tecnica Decca Tree in gamma bassa...).

Saluti
F.C.

F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#34 Messaggio da F.Calabrese » giovedì 11 maggio 2017, 17:44

Ripropongo all'attenzione di tutti un argomento a dir poco affascinante.

Saluti
F.C.

bepi67
Messaggi: 2423
Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 16:49

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#35 Messaggio da bepi67 » giovedì 11 maggio 2017, 23:25

Fabrizio ti risulta esistano registrazioni effettuate con diverse tecniche di ripresa che dimostrino la differenza tra le varie tecniche ?

Pino
Sono solo un appassionato......di lavatrici sonore !

F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#36 Messaggio da F.Calabrese » venerdì 12 maggio 2017, 0:35

Sicuramente esistono, ma al momento mi viene in mente solo il bellissimo esperimento condotto dall'AES italiana registrando all'aperto nel cortile della Facoltà di Ingegneria, a Roma, presso S. Pietro in Vincoli.

Farò ricerche domani.

Saluti
F.C.

aldusmanutius
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 16:03

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#37 Messaggio da aldusmanutius » venerdì 12 maggio 2017, 14:02

Se non ricordo male Lincetto di Velut Luna mise in commercio (forse tramite Audiophile sound) un cd con un paio di brani di volta in volta registrati con tecniche diverse e differenti livelli di compressione; però molto molto brevi.. devo averlo forse e mi sembrò un esperimento lodevole ma molto migliorabile nella composizione.
certo... F.C. mi sembra che voli più in alto parlando di papers dell'Audio Engeneering Society...

F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#38 Messaggio da F.Calabrese » venerdì 12 maggio 2017, 16:23

aldusmanutius ha scritto:
venerdì 12 maggio 2017, 14:02
Se non ricordo male Lincetto di Velut Luna mise in commercio (forse tramite Audiophile sound) un cd con un paio di brani di volta in volta registrati con tecniche diverse e differenti livelli di compressione; però molto molto brevi.. devo averlo forse e mi sembrò un esperimento lodevole ma molto migliorabile nella composizione.
certo... F.C. mi sembra che voli più in alto parlando di papers dell'Audio Engeneering Society...
Ho volutamente "dimenticato" quel CD perché è stato al contempo interessantissimo ed insieme prova della superficialità di Lincetto... che impiegò microfoni la cui risposta in basso era diversissima, senza compensarla... (alla faccia del suo vantato "orecchio" di fonico)...

Tanto per capirci... ecco la differenza tra Omni e Blumlein...

Immagine

Saluti
F.C.

P.S.: Povero Lincetto... con l'ultima che ha combinato si è mediaticamente suicidato...

aldusmanutius
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 16:03

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#39 Messaggio da aldusmanutius » venerdì 12 maggio 2017, 17:06

"l'ultima che ha combinato" ? mi son perso qualcosa! o è riferito al suo traghettamento nel nuovo forum...?

F.Calabrese
Messaggi: 29728
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La Metateoria di Gerzon: supremo documento.

#40 Messaggio da F.Calabrese » venerdì 12 maggio 2017, 17:16

aldusmanutius ha scritto:
venerdì 12 maggio 2017, 17:06
"l'ultima che ha combinato" ? mi son perso qualcosa! o è riferito al suo traghettamento nel nuovo forum...?
Non è solo quello... E' il modo con cui lo ha fatto, esprimendo un disprezzo insanabile nei confronti degli altri spazi, che non lo remunerano a sufficienza.

Per me ha chiuso... come credo anche per Bebo...

Lì lo leggono in sette.

Saluti
F.C.

P.S.: Niente Link, per favore.

Rispondi