ingresso digitale del DCX2496

Una selezione ragionata
Messaggio
Autore
Max
Messaggi: 1597
Iscritto il: martedì 12 giugno 2012, 20:48
Località: ...

Re: ingresso digitale del DCX2496

#131 Messaggio da Max » domenica 16 dicembre 2018, 16:22

mariorossi186 ha scritto:
sabato 15 dicembre 2018, 8:35
difficle capire il behringer , tutt ne diocno peste e corna e tu , invece , sostieni che , usato correttamente , può essere intrigante .
Intendi escludendo la sezione di uscita e considerarlo solo nella prte digitale ?
pS
non farmi leggere il tutto :?
Ne dicono peste e corna perché non ammetterebbero mai che un oggettino da 200 euro con ben sei uscite digitali, l'equivalente di tre DAC, possa competere con i loro monoliti tirati a lucido ;)

Specie ultimamente che è ricominciata la gara a chi ha il DAC più grosso la narrativa deve adeguarsi alle nuove esigenze di vendita di traffichini e importatori vari.

Sul DCX, esistono delle modifiche per rimpiazzare l'intera outboard analogica di uscita con circuiti di migliore qualità, ma anche quelli possono essere visti come esercizi di stile (salvo applicazioni particolari). Ho visto chi con il DCX ci ha pilotato un sistema multivia a tromba con amplificazioni in classe A meticolosamente autocostruite.

mariorossi186
Messaggi: 654
Iscritto il: venerdì 8 dicembre 2017, 10:33

Re: ingresso digitale del DCX2496

#132 Messaggio da mariorossi186 » domenica 16 dicembre 2018, 19:56

Ecco , questo mi interessa assai capendon eio ben poco di tecnica digitale .
Ne acquisterò uno e poi cercherò di armeggiarci seguendo i consigli di chi ne capisce .
potrebbe aver senso assemblare uno stadio di uscita con stadi a discreti tipo fet e trafi ?
alberto inzani

Max
Messaggi: 1597
Iscritto il: martedì 12 giugno 2012, 20:48
Località: ...

Re: ingresso digitale del DCX2496

#133 Messaggio da Max » domenica 16 dicembre 2018, 23:41

mariorossi186 ha scritto:
domenica 16 dicembre 2018, 19:56
Ecco , questo mi interessa assai capendon eio ben poco di tecnica digitale .
Ne acquisterò uno e poi cercherò di armeggiarci seguendo i consigli di chi ne capisce .
potrebbe aver senso assemblare uno stadio di uscita con stadi a discreti tipo fet e trafi ?
Parliamo di uno strumento, gli strumenti si scelgono in base a ciò che si vuole fare, ragionare a ritroso mi pare controproducente.

Se vuoi trasformare il tuo impianto in un sistema multiamplificato allora è una delle possibili soluzioni.

Se vuoi solo fare equalizzazione, il DEQ2496 è più appropriato ma diventa del tutto superfluo nel caso in cui la sorgente sia un PC con software avanzato (HQPlayer, Dirac, etc.), anche perché non supporta filtri FIR.

Chiedersi se ha senso rifare lo stadio di uscita prima di verificare l'adeguatezza di quello in dotazione all'ambito di applicazione desiderato mi pare anche qui un fare le cose a ritroso. Per soddisfare i vezzi audiofili tutto è tecnicamente possibile, ma il feticismo degli stadi di uscita a discreti nel 2018 è un po' anacronistico ;)

mariorossi186
Messaggi: 654
Iscritto il: venerdì 8 dicembre 2017, 10:33

Re: ingresso digitale del DCX2496

#134 Messaggio da mariorossi186 » lunedì 17 dicembre 2018, 8:10

sentito un Behringer ed un Dolby Lake a confronto nello stesso impianto : due discorsi completamente scorrelati tra loro , troppa differenza , ignorando i costi dei due , questo quanto evidenziato , senza porsi troppo domande
Ma tale differenza deriva da un uso superficiale del Behringer oppure il Behringer è quello ?
Da quanto leggo , QUI , il Behringer PARE abbia stadi digitali ottimi o come tanti altri anche di prezzo assai differente
Quindi , tale divario di prestazioni o resa in quell'impianto , da cosa deriva ?
Leggo anche di siti dove si accenna ad interventi sostitutivi / migliorativi sugli stadi di uscita del Behringer
Accennavo agli stadi di uscita proprio a deriva di quanto ho letto QUI su certi siti che propongono una variante / intervento su questi stadi
Ecco , il Behringer lo si vorrebbe utilizzare per una multi attiva , ma se ne sente di ogni : si fa più rapido acquistarlo e cominciare a lavorarci attorno , magari chiedendoVi
alberto inzani

Max
Messaggi: 1597
Iscritto il: martedì 12 giugno 2012, 20:48
Località: ...

Re: ingresso digitale del DCX2496

#135 Messaggio da Max » lunedì 17 dicembre 2018, 9:41

mariorossi186 ha scritto:
lunedì 17 dicembre 2018, 8:10
sentito un Behringer ed un Dolby Lake a confronto nello stesso impianto : due discorsi completamente scorrelati tra loro , troppa differenza , ignorando i costi dei due , questo quanto evidenziato , senza porsi troppo domande
Ma tale differenza deriva da un uso superficiale del Behringer oppure il Behringer è quello ?
Da quanto leggo , QUI , il Behringer PARE abbia stadi digitali ottimi o come tanti altri anche di prezzo assai differente
Quindi , tale divario di prestazioni o resa in quell'impianto , da cosa deriva ?
Leggo anche di siti dove si accenna ad interventi sostitutivi / migliorativi sugli stadi di uscita del Behringer
Accennavo agli stadi di uscita proprio a deriva di quanto ho letto QUI su certi siti che propongono una variante / intervento su questi stadi
Ecco , il Behringer lo si vorrebbe utilizzare per una multi attiva , ma se ne sente di ogni : si fa più rapido acquistarlo e cominciare a lavorarci attorno , magari chiedendoVi
Se proprio hai vezzi audiofili c'è questo kit https://www.amb.org/audio/kappadcx/ , ma a meno che uno non lo faccia per piacere personale conviene acquistare un sistema di categoria superiore. Fosse per me prenderei direttamente finali digitali.

mariorossi186
Messaggi: 654
Iscritto il: venerdì 8 dicembre 2017, 10:33

Re: ingresso digitale del DCX2496

#136 Messaggio da mariorossi186 » lunedì 17 dicembre 2018, 21:27

insisto che dovremmo innestare una retro e .... ritornare agli impianti alla Inglese , poca roba e buonina pur con tanti difetti
Le multi attive sono sempre garanzia di kasini per il 90% delle utenze private
Finali digitali .... ero rimasto ad un Nad , se era tale
alberto inzani

Max
Messaggi: 1597
Iscritto il: martedì 12 giugno 2012, 20:48
Località: ...

Re: ingresso digitale del DCX2496

#137 Messaggio da Max » lunedì 17 dicembre 2018, 21:49

mariorossi186 ha scritto:
lunedì 17 dicembre 2018, 21:27
insisto che dovremmo innestare una retro e .... ritornare agli impianti alla Inglese , poca roba e buonina pur con tanti difetti
Le multi attive sono sempre garanzia di kasini per il 90% delle utenze private
Finali digitali .... ero rimasto ad un Nad , se era tale
Sono il primo che accetta limiti e difetti in favore della semplicità, diciamo che non essere dei pensionati annoiati di certo aiuta a dare un valore al proprio tempo ;)

Poi ognuno fa le proprie scelte in base a risorse, competenze e tempo a disposizione.

Se ho un impiantino con bookshelf a due vie, per quanto rinomati, attacco uno streamer digitale a un mini DAC USB e poi via ad un finale dignitoso. Se devo fare un grosso sistema tre vie autocostruito di certo non spendo soldi su componenti per cross passivi, prendo un cross digitale e imparo a metterlo a punto (o pago un professionista che lo sappia fare). Se acquisto un paio di monitor amplificati non devo nemmeno preoccuparmi del cross e dei finali: ci attacco il DAC e via.

Finali digitali... anche qui dipende dalle esigenze, questo è un esempio: https://www.thomann.de/it/lab_gruppen_ipd_2400.htm - poi le opzioni si sprecano, ci sono anche soluzioni OEM... purtroppo implica complicarsi un po' la vita con software proprietari (cosa che io preferisco evitare essendo allergico a Windows).

Comunque sempre parliamo di strumenti da considerare quando si mette assieme un impianto, non di punti di partenza da cui costruire l'impianto a rovescio ;)

mariorossi186
Messaggi: 654
Iscritto il: venerdì 8 dicembre 2017, 10:33

Re: ingresso digitale del DCX2496

#138 Messaggio da mariorossi186 » martedì 18 dicembre 2018, 5:15

Max ha scritto:
lunedì 17 dicembre 2018, 21:49

Se ho un impiantino con bookshelf a due vie, per quanto rinomati, attacco uno streamer digitale a un mini DAC USB e poi via ad un finale dignitoso. Se devo fare un grosso sistema tre vie autocostruito di certo non spendo soldi su componenti per cross passivi, prendo un cross digitale e imparo a metterlo a punto (o pago un professionista che lo sappia fare). Se acquisto un paio di monitor amplificati non devo nemmeno preoccuparmi del cross e dei finali: ci attacco il DAC e via.

Comunque sempre parliamo di strumenti da considerare quando si mette assieme un impianto, non di punti di partenza da cui costruire l'impianto a rovescio ;)
sono assolutamente d0accordo , stranamente :mrgreen: con la prima parte

con la seconda , in parte , in quanto spesso o sempre succede che si parte da un pezzo , piaciuto , e da lì si compone il tutto
alberto inzani

Max
Messaggi: 1597
Iscritto il: martedì 12 giugno 2012, 20:48
Località: ...

Re: ingresso digitale del DCX2496

#139 Messaggio da Max » martedì 18 dicembre 2018, 9:02

mariorossi186 ha scritto:
martedì 18 dicembre 2018, 5:15
con la seconda , in parte , in quanto spesso o sempre succede che si parte da un pezzo , piaciuto , e da lì si compone il tutto
"Ragioni" ancora da audiofilo, ma non preoccuparti puoi guarire anche tu :D

mariorossi186
Messaggi: 654
Iscritto il: venerdì 8 dicembre 2017, 10:33

Re: ingresso digitale del DCX2496

#140 Messaggio da mariorossi186 » mercoledì 19 dicembre 2018, 14:40

ormai non più :mrgreen:
alberto inzani

Rispondi