La MIA sospensione pneumatica

Una selezione ragionata
Messaggio
Autore
Ute
Messaggi: 753
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 17:16
Contatta:

Re: La MIA sospensione pneumatica

#91 Messaggio da Ute » venerdì 31 marzo 2017, 14:31

F.Calabrese ha scritto:
Ute ha scritto:L'avevi già detto nel "kit Kef per il digitale"...

E a questo proposito, suggerisco il riquadro "la rete di compensazione", che sarebbe forse applicabile anche qui...
Complimenti per la memoria...!!!

Grazie.
F.C.
Grazie, quei fascicoli come ogni autocostruttore ormai Vintage li ho consumati!
E un complimento che voglio farti, perchè non l'ho mai letto da nessuna parte, è che hai la dote di scrivere in un Italiano comprensibile e coinvolgente, come i migliori insegnanti. Leggendo quei papiri veniva voglia ogni mese di farsi un kit diverso, e spesso antitetico uno all'altro!
Consiglierei però di spostare questo e i messaggi dopo il tuo in blu sull'altro thread, per non sporcare questo.

F.Calabrese
Messaggi: 33213
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La MIA sospensione pneumatica

#92 Messaggio da F.Calabrese » venerdì 31 marzo 2017, 17:28

PrandiniFabio ha scritto:Buongiorno,
scusa se dico una stupidaggine, ma se con un watt l'escursione a 40-50 Hz è di 4mm, io credo che la massima escursione giunga ben prima dei 1000 watt alle basse frequenze.
L'escursione in gamma bassa dovrebbe raggiungere i 4 mm con quaranta Watt...!

Più tardi darò una controllata, tanto per stare sicuri.

Saluti
F.C.

drews
Messaggi: 20
Iscritto il: mercoledì 10 aprile 2013, 23:08
Località: Roma

Re: La MIA sospensione pneumatica

#93 Messaggio da drews » sabato 1 aprile 2017, 19:35

F.Calabrese ha scritto:Riporto all'attenzione questo thread perché finalmente (a quattro anni dalla sua apertura) ho finalmente trovato spiegata la soluzione da parte di un altro progettista: Mario Bon.

Immagine

Il trucco è semplice: basta inserire un condensatore di capacità opportuna in serie al woofer, per far passare il sistema risonante dal secondo (curva in nero) al terzo ordine (curva in rosso), con una pendenza di attenuazione maggiore fuori banda ed una maggiore estensione della risposta in basso.

Ora ci sarà la fila di quelli che diranno: "Io lo sapevo"...

Ma non è vero... perché hanno avuto ben quattro anni per dirlo...!

Tutto è bene quel che finisce bene.

Saluti
F.C.
il trucco sarebbe il condensatore in serie al woofer??? :shock:
negli anni 80 se ne faceva largo uso, anche in diffusori famosi come gli infinity serie kappa. addirittura il vecchio basspc di giussani ha l'opzione per simularlo anche se è un programma nato per simulare solo il carico di un altoparlante :mrgreen:

ciao
Andrea

F.Calabrese
Messaggi: 33213
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La MIA sospensione pneumatica

#94 Messaggio da F.Calabrese » domenica 2 aprile 2017, 1:09

drews ha scritto: il trucco sarebbe il condensatore in serie al woofer??? :shock:
negli anni 80 se ne faceva largo uso, anche in diffusori famosi come gli infinity serie kappa. addirittura il vecchio basspc di giussani ha l'opzione per simularlo anche se è un programma nato per simulare solo il carico di un altoparlante :mrgreen:
Se una soluzione intelligente e di basso costo era sconosciuta ai "progettisti"... beh... li si può pure perdonare...!

Ma se costoro la conoscevano e -come è evidente- NON L'HANNO UTILIZZATA... Beh... allora il giudizio nei loro confronti è giusto che sia il più severo possibile.

Il problema non è l'idea in sé, ma la capacità di implementarla senza contropartite... il che non è poi così semplice. Tant'è che appunto ne ho comunque parlato io solo, in tempi non sospetti (il Kit Kef è del 1987, se ricordo...).

Saluti
F.c.

F.Calabrese
Messaggi: 33213
Iscritto il: giovedì 23 settembre 2010, 16:18
Località: Roma
Contatta:

Re: La MIA sospensione pneumatica

#95 Messaggio da F.Calabrese » lunedì 3 aprile 2017, 1:01

Perdona la mia ignoranza, ma francamente non riesco a capire l'utilità di tale soluzione.
Se si vuole una risposta in frequenza "tipo reflex" basta usare un reflex! O no?
L'unico motivo che riesco a trovare per utilizzare un condensatore è quello di tentare di correggere un progetto sbagliato, con un Qtc troppo basso e/o un woofer che non riesce a scendere troppo in basso e va tagliato con un 18 dB/oct...
A volte un condotto reflex può risultare impraticabile, per via del volume posteriore troppo ridotto, nel quale entra solo un "condottino-ino-ino", di quelli che fischiano e spernacchiano...

A quelli che si danno le arie di aver scoperto qualcosa, vorrei far notare che il condensatore in serie io l'ho impiegato nel Kit KEF del 1987, INSIEME AL CONDOTTO REFLEX... quindi ipotizzando una configurazione assai più complessa di quella suggerita sul JAES ed utilizzata nel nostro ultimo Kit. Anche la configurazione impiegata in QUESTO thread affianca i vantaggi della presenza del condotto reflex con quella del condensatore.

Teo Marini non è un ragazzino, ma a quanto pare non gli riuscirà mai di distinguere un progettista da un autocostruttore evoluto: è già la seconda volta che fa questo stesso errore...!

Saluti
F.C.

Telstar
Messaggi: 329
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 0:15
Località: Milano

Re: La MIA sospensione pneumatica

#96 Messaggio da Telstar » lunedì 22 gennaio 2018, 13:25

violone 32' ha scritto:
giovedì 1 agosto 2013, 11:51
io cerco un qual'cosa che copra da 8 a 20, poi da 20 a 32, poi trombe a go-go :mrgreen: :mrgreen: :o :o :D :D ;) ( hertz ovviamente )

poi chiamo i muratori.....
E a me hanno dato del pazzo per volere i 16hz :roll:
The response of the inner ear extends to at least 200khz - Dr W. Tempest

Telstar
Messaggi: 329
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 0:15
Località: Milano

Re: La MIA sospensione pneumatica

#97 Messaggio da Telstar » lunedì 22 gennaio 2018, 14:26

PeterDeNiro ha scritto:
lunedì 5 agosto 2013, 9:24
Le casse con il buchetto "sbuffano" e ad alti volumi fanno solo confusione. Ascoltare un reflex ad alto volume con musica energica è come viaggiare in autostrada con il finestrino aperto... quando fermi l'auto è come liberarsi da una bella ubriacata.
Anche a volume medio :/
A parte i grandi sistemi a tromba -- che richiedono enormi competenze, esperienza, tempo e dedizione -- le alternative sono poche. Una di queste è mettere un 10/12" in cassa chiusa facendolo scomparire sotto i 60Hz (leggi tagli attivi ripidissimi), per le prime due ottave ci vogliono subs veri.

Il guaio è che nessuno ha realizzato che in campo hifi c'è un disperato bisogno di subs di qualità... ma poichè (come dice FC) l'hifi è fatta di auto-costruttori malamente approssimati a produttori, si trovano milioni di due vie da stand ma solo pochi subs. A parte Velodyne, THL, REL e qualche altro, dove sono i produttori di subs con ambizioni hifi?... eppure è un mercato che ha relativamente più spazio!
Qualche marchio highend ne ha fatti a prezzi esagerati (i velodyne dd10 plus non è che te li regalano a 3k l'uno e ne servono almeno 2) e accordi non abbastanza bassi. Preferiscono fare dei catafalchi "fullrange" che raggiungono a stento i 25hz e venderli a centinaia di migliaia di dollari. Quello è il trend attuale, purtroppo.
PeterDeNiro ha scritto:io uso una coppia di questi

http://www.rcf.it/products/precision-tr ... s/lf21n451

in reflex, telaio in ferro (pieno) con pannelli bullonati e siliconati, li piloto con i NAD218 THX (una centrale nucleare che ha correnti di picco impressionanti). L'ultimo setup prima delle vacanze prevede il filtro digitale a 48dB/Oct + varie eq intorno ai 65Hz, il passalto è analogico. Sopra i 65Hz un tre vie con un basso in sospensione con taglio elettronico intorno ai 300Hz... ma è tutto in rifacimento!
Bei giocattoli, io proverò con dei piccoli 15", da far lavorare sotto 50hz.
PeterDeNiro ha scritto:Diciamo che nella mia vita i subs sono venuti tardi... cioè dopo aver sperimentato il filtraggio digitale grazie a questo forum. Sinceramente ho provato molti subs con amplificatori integrati... nessuno di essi mi ha entusiasmato incluso i costosi Velodyne (avuti in prova a casa per due mesi). La mia esperienza è che sotto gli 80Hz il reflex è tollerabile, sopra NO. In ogni caso senza un filtraggio digitale
pensato è impossibile far suonare la gamma sotto gli 80Hz... il filtraggio/eq digitale in quel settore mi ha fatto scoprire un mondo nuovo... grazie a questo forum!
Quali Velodyne? I dd10 sono accordati a 20hz e dovrebbero andar bene.
Per me neppure sotto 50hz ;) CMQ il filtraggio digitale io lo uso da quando ho un PC come sorgente e ti dico una cosa: non tutti i filtri digitali sono uguali. C'è da sbatterci la testa parecchio anche lì. Se ci si limita ad imitare i filtri passivi non si sfruttano minimamente le potenzialità di calcolo del mezzo (anche un ARM o un atom di oggi sono enormemente più potenti di una DCX). Io ho usato pendenze di 100db/ottava nei midrange, per i sub ci vogliono anche maggiori :)
Da ottobre inizia una nuova fase che parte dai due subs. Voglio ridisegnare completamente le 3-vie superiori... vorrei provare finalmente un sistema satelliti + subs... una mia vecchia fissa che non ho mai praticato, ma ora credo sia venuto il momento. Voglio vedere se sia possibile far salire quei due bestioni ancora un poco tipo 80Hz in modo che tutto il resto diventi passivo.
Poi li hai fatti? Sono passati la bellezza di 4 anni ;)
Io sto iniziando solo ora a "progettare" due sub (e mi sono già scontrato con l'ottusità degli autocostruttori :D ) adesso che sono in una casa nuova.
The response of the inner ear extends to at least 200khz - Dr W. Tempest

Telstar
Messaggi: 329
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 0:15
Località: Milano

Re: La MIA sospensione pneumatica

#98 Messaggio da Telstar » lunedì 22 gennaio 2018, 14:30

F.Calabrese ha scritto:
martedì 30 luglio 2013, 11:48
In effetti nei diffusori reflex accade sempre (ovviamente a livelli diversi, a seconda dell'oggetto...) che oltre un certo livello l'emissione del condotto risulti compressa e non più in fase con quella del woofer. L'effetto all'ascolto è caratteristico.

I soli Subwoofer che siano esenti o quasi da questi problemi sono quelli a doppia linea di trasmissione, come questi:

Immagine

Il guaio è che in casa sono abbastanza improponibili...

Saluti
F.C.
Vanno mimetizzati nell'architettura/arredamento.
Io voglio provare con una singola TL (a volumi di picco condominiali dovrebbe farcela)...
The response of the inner ear extends to at least 200khz - Dr W. Tempest

Rispondi